Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il Rinvaso Secondo Monverde: Una Guida Pratica per le Tue Piante

la rinvasatura di un geranio

Il rinvaso è un’operazione delicata, fondamentale per la salute e la crescita delle tue piante. A Monverde, vogliamo guidarti attraverso ogni fase del rinvaso, enfatizzando l’importanza della cura e dell’attenzione nei confronti delle tue piante. Scopriamo insieme come migliorare il benessere delle tue verdi compagne, senza necessariamente concentrarci sull’ecosostenibilità.

Individuare il Momento Ideale

Il momento migliore per procedere al rinvaso varia a seconda della specie della pianta, ma solitamente si consiglia di farlo tra marzo e maggio, periodo in cui inizia la loro crescita attiva. Questo consente alle piante di adattarsi al nuovo ambiente. È importante, però, prestare attenzione ai segnali che la pianta ci invia, come le radici che spuntano dal fondo del vaso, indicando che è giunto il momento di rinvasare.

Scegliere i Materiali Giusti

Vasi: L’utilizzo di vasi adatti è cruciale, l’obiettivo è scegliere un vaso che si adatti alle esigenze specifiche della tua pianta. I vasi in plastica, ad esempio, sono leggeri e pratici, mentre quelli in terracotta garantiscono una buona traspirazione per le radici.

Terriccio: Se utilizzi un terriccio come quelli venduti al garden Monverde, ricordati che sono già concimati alla dose di 1-1,5 kg di concime ternario per m3 di terriccio. Questi nutrimenti andranno reintegrati dopo circa 1 mese dal rinvaso in forma granulare o liquida.

Drenaggio: Un buon drenaggio è fondamentale per prevenire il ristagno d’acqua, che potrebbe danneggiare le radici. L’uso di ciottoli o argilla espansa sul fondo del vaso aiuta a mantenere il terreno drenato.

Procedura di Rinvaso

  1. Preparazione: Comincia con un buon strato di drenaggio sul fondo del vaso per facilitare l’uscita dell’acqua in eccesso.
  2. Trasferimento: Estrai la pianta dal suo vaso con cautela, cercando di preservare la zolla di terra intorno alle radici.
  3. Posizionamento: Colloca la pianta nel nuovo vaso, assicurandoti che il colletto sia posizionato correttamente, a qualche centimetro dal bordo.
  4. Riempimento: Aggiungi il terriccio intorno alla pianta, facendo attenzione a non lasciare vuoti d’aria.
  5. Irrigazione: Concludi innaffiando generosamente per aiutare la pianta a stabilirsi nel suo nuovo ambiente.

Cura Post-Rinvaso

Dopo il rinvaso, è importante posizionare la pianta in un’area con luce indiretta e osservarla attentamente per accertarsi che si adatti bene. Un leggero stress post-rinvaso è normale, ma con le giuste cure, la pianta si riprenderà presto.

Oltre il Rinvaso

Ricorda, il rinvaso è l’occasione perfetta per controllare le condizioni generali della tua pianta, incluso lo stato delle radici. È anche un momento per riflettere sulla cura che stiamo fornendo alle nostre piante e su come possiamo migliorare il loro ambiente.

Magazine
Ti potrebbe interessare anche
processionaria su nido di pino austriaco

Processionaria, pericolo primaverile

Se notate, durante una passeggiata in campagna o in città o, ancora peggio nel vostro giardino, un grande (anche 30 cm di diametro) “batuffolo di ovatta” attaccato a una Conifera (pino o cedro), scappate a gambe levate, soprattutto se con voi c’è il vostro cane. Poi, a distanza di sicurezza (almeno 20 m), chiamate immediatamente […]

leggi tutto
fiore di Calendula officinalis

Calendola, amica delle donne e della pelle

È graziosa e solare, principessa dei balconi da febbraio in poi, per una fioritura ininterrotta fino all’autunno e non solo: è nota appunto per i suoi grandi capolini aranciati, ma la calendola non è solo bella. È anche buona da mangiare e assai coreografica nelle decorazioni dei piatti. Ed è pure ricca di proprietà fitoterapiche, […]

leggi tutto
frutti del corniolo

Corniolo, dal legno alla marmellata e fiori amici delle api

Un corniolo in giardino merita un posto (al sole) anche solo per la splendida fioritura: centinaia di piccoli fiori gialli sui rami rosso-bruni ancora nudi, che appaiono prestissimo già a metà febbraio e che richiamano sciami di api felici. Poi spunteranno le foglie e, da agosto in poi, brilleranno i piccoli frutti, drupe ovali di […]

leggi tutto

Vienici a trovare

Via Cavezzo Camposanto 4/A - 41030 Staggia San Prospero (MO)
APRI LA MAPPA