Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Sapete usare il rame?

Rosaio trattato con rame in primavera contro la macchia nera (ticchiolatura).

La poltiglia bordolese e il verderame, entrambi contenenti rame, sono noti per le loro proprietà anticrittogamiche. Questi prodotti sono efficaci contro quasi tutti i funghi parassiti delle piante, utilizzati sia come trattamento curativo che preventivo. Tuttavia, è importante usare il rame con cautela per evitare danni alle piante e inquinamento del terreno.

Tipi di Rame Disponibili

  1. Ossicloruro di Rame: Meno tossico per le piante, disponibile nei centri di giardinaggio senza bisogno di un patentino.
  2. Poltiglia Bordolese: Composta da solfato rameico e idrossido di calcio, adatta principalmente per alberi da frutto e piante legnose.
  3. Prodotti per Detentori di Patentino: Include combinazioni di diverse forme chimiche di rame e altri principi attivi, richiedendo cautela e conoscenza nell’uso.

Formulazioni del Rame

  • I prodotti a base di rame non sono pronti all’uso ma vanno diluiti in acqua seguendo le istruzioni sull’etichetta.
  • Formulazione Liquida: Spesso dotata di tappo dosatore.
  • Granuli Idrodispersibili: A volte forniti con dosatore.
  • Polvere Bagnabile: Può includere un misurino.
  • Azione: Le formulazioni liquide e in granuli hanno un’azione più rapida rispetto alla polvere.

Uso in Agricoltura Biologica

  • Non tutti i prodotti a base di rame sono ammessi nell’agricoltura biologica. La loro ammissibilità dipende dalla quantità di rame e dalle altre sostanze presenti.
  • È fondamentale leggere l’etichetta per assicurarsi della compatibilità con i principi dell’agricoltura biologica.
  • I prodotti rameici in libera vendita tendono ad essere più leggeri e meno nocivi.

Conclusione

Usare il rame in giardinaggio richiede conoscenza e attenzione per evitare effetti nocivi. Assicurarsi sempre di seguire le istruzioni sull’etichetta e di considerare

Come fare i trattamenti

Il rame, utilizzato come trattamento anticrittogamico, può essere applicato su diverse tipologie di piante all’aperto, ma con alcune precauzioni specifiche:

Tempistiche e Tipi di Piante

  • Inverno per Piante Legnose: È il momento ideale per trattare le piante legnose, specialmente quando sono spoglie di foglie, per minimizzare il rischio di danni.
  • Evitare su Pesco e Susino con Foglie: Queste piante sono particolarmente sensibili al rame quando hanno il fogliame.

Istruzioni per l’Uso

  • Leggere l’Etichetta: È essenziale rispettare le indicazioni sull’etichetta relative ai dosaggi, intervalli tra le somministrazioni e modalità di distribuzione.
  • Preparazione della Miscela: La polvere di rame richiede una miscelazione accurata, utilizzando un bastoncino di legno o plastica, poiché si scioglie meno facilmente rispetto ai granuli.

Modalità di Applicazione

  • Evitare il Sole Caldo: Non effettuare trattamenti sul fogliame durante le ore più calde per prevenire l’effetto fitotossico.
  • Tempi Consigliati: Durante l’estate, è preferibile spruzzare il rame la mattina presto o la sera, vicino al tramonto.

Seguendo queste linee guida, si può utilizzare il rame in modo efficace e sicuro, minimizzando i rischi per le piante e l’ambiente.

 

Con attenzione all’ambiente

Il rame è un metallo pesante che, accumulandosi nel suolo, può nuocere agli animaletti del terreno, a partire dagli utilissimi lombrichi, soprattutto nei suoli acidi. Per questo motivo l’Unione europea ha stabilito quantitativi precisi di utilizzo, pari a 4 kg/ha/anno.

Inoltre, il rame a elevate concentrazioni può danneggiare anche gli insetti utili (coccinellidi, crisope, imenotteri, acari fitoseidi). Non è tossico per le api, mentre lo è per i pesci ed è poco tossico per i mammiferi. È infine tossico per la maggior parte dei vegetali se viene impiegato tal quale e non neutralizzato con idrossido di calcio. L’impiego dell’indispensabile rame deve quindi essere limitato allo stretto indispensabile e a basso dosaggio.

Magazine
Ti potrebbe interessare anche
vangatura dell'Orto

Lavorare il terreno dell’orto

Che fatica lavorare il terreno dell’orto, o delle aiuole in giardino, ogni primavera quando riparte la stagione… A parte farselo fare da qualcun altro, o munirsi di una piccola motozappa, c’è anche un altro sistema per ridurre al minimo la fatica: lavorarlo in autunno! È il segreto dei nostri antenati: il grosso del lavoro, infatti, […]

leggi tutto
luminarie natalizie

Tante luci per il tuo Natale

Le luminarie o luci di Natale rendono magiche le serate di questo periodo dell’anno che è spesso buio e scuro. La tecnologia degli ultimi anni ha fatto sparire le catene di piccole lampadine a incandescenza e ci ha lasciato solo LED. Piccoli ma con grande luminosità. A volte con giochi flash che catturano l’attenzione, a […]

leggi tutto
hypericum_moserianum_tricolor

Iperico, rosa-rosso perfezione

Fino a qualche anno fa l’Hypericum inodorum (e altri iperici da bacca) era appannaggio solo dei fioristi, che lo utilizzavano ampiamente nelle composizioni floreali sotto forma di bacche di colore rosato o arrossato (ma anche bordeaux), a seconda delle varietà e del grado di maturazione. Oggi però questa bellezza è disponibile anche nei migliori Centri […]

leggi tutto

Vienici a trovare

Via Cavezzo Camposanto 4/A - 41030 Staggia San Prospero (MO)
APRI LA MAPPA